Inquinamento atmosferico, i dati sono ambigui e incomprensibili

Inquinamento atmosferico, i dati sono ambigui e incomprensibili

Nella complessità dei dati riguardanti l’inquinamento atmosferico nel Comune di Venezia (dati molto preoccupanti perché spesso superiori ai limiti massimi indicati dalla Comunità europea) mettiamo in rilievo per ora un fatto: dell’inquinamento atmosferico del Comune il 45 per cento è dovuto al traffico acqueo (che include porto commerciale, porto passeggeri e traffico nei canali veneziani).
Qualche precisazione può essere utile:
1. Di tale inquinamento da traffico acqueo, i mezzi ACTV causano solo l’8 per cento grazie a un costante ammodernamento di motori e carburanti (secondo quanto dichiara l’ACTV in un articolo che riportiamo qui sotto);
2. Tutti i dati sono complicati (se non travisati) dall’unione di Venezia città e terraferma sotto lo stesso Comune. Marghera produce inquinamento per via del porto commerciale, ma esso è presente anche a Venezia città? La risposta non si sa, anche perché in città c’è una sola centralina di rilevamento, situata a Sacca Fisola, cioè ben lontano dai canali e bacini lagunari dove avviene il traffico. Misurazioni specifiche eseguite da gruppi ambientalisti hanno dato risultati molto preoccupanti al ponte di Rialto e al ponte degli Scalzi.  Perché non ci sono andati anche i tecnici del Comune a eseguire rilevamenti negli stessi luoghi? Forse per il timore di dover poi diffondere dati preoccupanti?
Conclusione: come possono i cittadini valutare l’operato delle amministrazioni se i dati vengono occultati o confusi in modo così plateale?

inquinamento-titolo

inquinamento-testo

inquinamento-testo-1

inquinamento-actv

Authored by: Administrator