Sono stranieri i mercanti di souvenir

Sono stranieri i mercanti di souvenir

I gruppi di studio del Worcester Polytechnic Institute hanno presentato nei giorni scorsi i risultati degli studi condotti a Venezia negli ultimi 25 anni sotto la guida dell’ingegner Fabio Carrera, come abbiamo riferito in un post di ieri 25 dicembre. Ora ritorniamo sull’argomento per segnalare la “presentazione” del gruppo VE15-Shop, che ha studiato i negozi e i plateatici. Vi si troveranno, anche in italiano, interessanti schede e dati statistici sulla popolazione, gli spazi, i negozi, e sui cambiamenti avvenuti negli ultimi anni. Il doppio scopo dichiarato per questa parte del progetto era “sviluppare uno strumento per l’analisi degli sviluppi nel settore commerciale” e “studiare una strategia per una migliore gestione dei plateatici”. In questa sezione si trovano le diapositive dalle quali la Nuova Venezia ha ripreso i dati sulla nazionalità dei titolari di ditte ed esercizi commerciali a Venezia, diapositive che riportiamo qui sotto (su dati ufficiali della Camera di commercio): particolarmente importante riteniamo la constatazione che una grande maggioranza dei negozi di souvenir appartengano a non-veneziani e non-italiani, alimentando così un’economia poco produttiva e molto impattante sull’immagine della città e sulla qualità della vita dei residenti. Riteniamo che i dati raccolti da questo e dagli altri studi siano di grande utilità e cercheremo di renderli disponibili per i nostri lettori nei prossimi giorni.
Per aprire le diapositive della presentazione intera cliccare qui e poi cliccare su IQP presentation.

Proprietari ditte individ. a Venezia

negozi souvenir

negozi pelletteriaCommercianti Venezia

Authored by: Administrator