Fuori anche la banchina del Mose dall’Arsenale

Fuori anche la banchina del Mose dall’Arsenale

Dopo la notizia dello spostamento a Marghera della manutenzione delle paratoie del Mose, garantendo dunque la funzionalità del bacino grande che rimane destinato alla cantieristica, attendiamo un altro passo.
E cioè che si restaurino le porte dei bacini, che li si rendano funzionali e si incentivi la cantieristica,  aprendo uno spiraglio di speranza per il riscatto di Venezia.
Ma non solo, bisogna riparare i guasti già compiuti dal Mose in Arsenale e cancellare l’enorme banchina in cemento, con guard-rail, fiorita all’improvviso, anni fa, in Laguna, attaccata al muro merlato dell’Arsenale, in previsione della manutenzione dell’opera. All’epoca la stampa internazionale si era levata contro i cartelloni pubblicitari che deturpavano Piazza San Marco; a noi molto più grave (perché definitiva) appariva la costruzione della banchina in Laguna.
Un vulnus che sembrava destinato a rimanere lì per tutta la (dubbia) durata del Mose. E che ora deve sparire.

Authored by: LR

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.